© 2018 Mestechì
m5.ico

facebook
Mestechì

Anice Verde di Castignano

ANICE-VERDE2

I semi sono dei validi regolatori dei processi digestivi ed efficaci carminativi; la loro azione antispastica ne giustifica l’impiego terapeutico nella dispepsia, nel meteorismo, migliora i processi digestivi, aumentando la secrezione salivare e gastrica. A dosaggi elevati ha anche proprietà antisettiche che contribuiscono ad inibire il formarsi di processi fermentativi a livello gastrointestinale, come l’aerofagia, la flautolenza. L’Anice può essere di aiuto per combattere la astenia accompagnata da cefalea e affaticamento cerebrale.

Nel Piceno l’Anice verde viene coltivato prevalentemente nei Comuni di Castignano e di Offida, ed il seme prodotto e raccolto a mano nelle colline di Castignano è più ricco di profumi e sapori: è pieno di dolcezza, soprattutto perché grazie all’esposizione soleggiata dei terreni, al clima leggermente ventilato seppure riparato dal vento ed alla particolarità dei terreni leggeri, fertili e ben lavorati e ben drenati contengono una percentuale di anetolo notevolmente superiore a quella degli altri siti.

Il sig. Carboni Settimio in qualità di agricoltore custode dell’anice verde di Castignano provvede alla conservazione di questa risorsa genetica a rischio di estinzione, iscritta, unitamente ad altre, nel “Repertorio Regionale” delle biodiversità agrarie marchigiane.

la legge Regionale definisce la figura dell’agricoltore custode quale “ soggetto pubblico o privato che a qualunque titolo provvede alla conservazione delle risorse genetiche a rischio di estinzione iscritte nel Repertorio regionale”.

Gli “agricoltori custodi”si affiancano alla banca del germoplasma nella realizzazione della “rete di conservazione e sicurezza”, e costituiscono un punto di eccellenza nel territorio per la conservazione, informazione e divulgazione del materiale genetico autoctono.

Recentemente si è costituita a Castignano un’associazione di produttori di anice, di cui fa parte anche la nostra azienda, al fine di incentivare la coltivazione e l’uso di questa pianta officinale. A breve verrà ufficializzato il riconoscimento del Presidio Slow Food.

Nella ns. azienda oltre ad essere disponibile in semi l'anice viene impiegato come ingrediente nella realizzazione di alcune confetture e succhi.

Create a website